Chi è online

Abbiamo 4 visitatori e nessun utente online

Articoli

Gara amara ma di carattere per Alex a Losail

Bellissima prestazione di Alex Baldolini nell’ultimo round del 2016 che si è disputato oggi sul circuito internazionale di Losail, in Qatar. L’obbiettivo di oggi era dare il massimo fino che la mano avesse retto ed è propio quello che ha fatto.

Fino al 10 giro il pesarese ha lottato per le posizioni da podio. Nell’ultima curva, mentre occupava la sesta posizione, che gli avrebbe permesso di chiudere il campionato sesto, ha perso l’anteriore probabilmente a causa della poca forza rimasta al polso ed è scivolato. Nonostante questo si è rialzato velocemente ed è riuscito a rientrare in pista e tagliare il traguardo in decima posizione chiudendo così il campionato ottavo nella generale.

Purtroppo il decimo posto finale di Alex non rispecchia il reale valore di competitività mostrato durante la gara, nella quale il pilota del Race Department ATK#25 ha addirittura comandato la gara durante il primo giro nonostante non fosse al 100% a causa della recente frattura allo scafoide rimediata in Francia.

Alex Baldolini: “Di certo è stata una gara diversa da tutte le altre. Non l’ho chiusa come avrei voluto ma posso dire oggi di avere dato davvero tutto quello che avevo nei 15 giri di gara. Sono partito a razzo e sono riuscito a imboccare la prima curva in testa al gruppo, è stato una emozione nuova per me comandare la gara durante il primo giro. Sapevo che con il polso in queste condizioni non avrebbero tardato molto a superarmi ed ero pronto ad attaccarmi al gruppo di testa per cercare di non mollarlo per più giri possibili. Così ho fatto, ho tenuto il ritmo di testa fino metà gara poi ho dovuto iniziare ad alzare il ritmo un po’ per il dolore al polso che ancora era sostenibile e un po’ per il calo di grip delle gomme. Gli ultimi cinque giri sono stati un calvario, il polso mi faceva molto male e avevo pochissima forza nella mano. Ho cercato di dare il massimo per non perdere il contatto da Krummenacher che era in quinta posizione ma nell’ultima curva dell’ultimo giro probabilmente la stanchezza e la poca forza alla mano mi hanno reso poco reattivo su un movimento dell’anteriore con il risultato di una scivolata a pochi metri dal traguardo. Ho alzato la moto piú in fretta che ho potuto nonostante il forte dolore alla mano e ho tagliato il traguardo in 10ª posizione. Un peccato chiudere così la  gara visto che il sesto posto era quasi al sicuro. Abbiamo comunque dimostrato di essere veloci e nonostante l’infortunio sono riuscito per più di metà gara a combattere con il gruppo di testa e addirittura comandare la gara. È un peccato che la stagione finisca proprio ora, la mia testa è già pronta per la prossima stagione dove voglio riprendere da questo livello di competitività. Grazie mille a tutto il team, a tutti gli sponsor e un enorme grazie alla clinica mobile che mi ha permesso di scendere in pista nelle migliori condizioni possibili.”

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

AB Official Staff Copyright © 2015. All Rights Reserved.