Chi è online

Abbiamo 10 visitatori e nessun utente online

Articoli

Si conclude la stagione con un 8ºposto a Doha

 

La stagione del pilota pesarese si conclude con un altro risultato nella top ten in Qatar con l'ottavo posto conquistato in gara, Alex riesce a chiudere il mondiale in ottava posizione. Un weekend non certo facile dove nella giornata di sabato dei problemi tecnici hanno fatto perdere praticamente i due turni di libere e qualifiche al centauro pesarese che è riuscito comunque a classificarsi in 12ª posizione sullo schieramento effettuando solo due giri utili nella qualifica.

Alex Baldolini: "Dopo l'ottimo week-end di Magny Cours contavo di ripetermi, ma onestamente le fortuna non ci ha aiutato anche questa volta e sabato (casualmente era il 17) è stata una giornata disastrosa (serata visto che giriamo di notte): nelle FP3 ho rotto il motore dopo pochi giri e di conseguenza abbiamo perso tutto il turno e praticamente anche tutta la qualifica visto che per cambiare il motore ci vuole un po' di tempo; in parole povere tra i due turni di sabato sono riuscito a mettere insieme un totale di 4 giri (2 nelle libere e 2 nelle ufficiali), nonostante tutto sono comunque riuscito a classificarmi in 12ª posizione in griglia facendo solo due giri. Come detto questo ultimo round è stato diciamo un succo della nostra stagione, dove la sfortuna e i problemi tecnici hanno cercato di rallentarci ma noi, siccome siamo dei testoni, non abbiamo mai mollato e abbiamo cercato di portare a casa il miglior risultato. Domenica ho deciso di partire con la gomma morbida (come molti davanti a me) ma ero consapevole che non avendo potuto "affinare" la messa a punto sarebbe stato difficile mantenere il ritmo da metà gara in poi, ma la mia voglia di cercare di stare con il gruppo davanti era troppa, così ho deciso di rischiare. Il motore che abbiamo utilizzato in gara (dopo aver perso quello "buono") è decisamente meno performante dell'altro (l'avevo utilizzato anche a Sepang lamentando gli stessi problemi) ma era rimasto solo quello, quindi ci siamo dovuti arrangiare. Ho cercato di recuperare all'inizio, i tempi sul giro non erano male ma come prevedevo a metà gara sono iniziati i problemi: i piloti davanti a me riuscivano a tenere un ritmo più elevato mentre io faticavo a tenere la moto in pista e ho iniziato a girare un po' più lento; i piloti del gruppo dietro di me mi hanno raggiunto e ho cercato di tenere il loro passo fino alla fine ma a 4 giri dal termine ho dovuto alzare bandiera bianca e rallentare a causa di forti vibrazioni che avevo in ingresso curva. Nell'ultimo giro sono riuscito a sorpassare Faccani che era finito fuori pista e ad agguantare così l'8ª posizione finale in gara, non era esattamente come avrei voluto finire la stagione, ma sinceramente era difficile fare di più avendo girato così poco.... Grazie a questo risultato sono riuscito a scavalcare in classifica Gamarino e Faccani (che mi avevano superato dopo lo stop di Magny Cours) e chiudere così il mondiale in 8ª posizione (non male se pensiamo che ho avuto 4 gare in cui ho raccolto 0 punti a causa di problemi tecnici). Sono davvero felice per me e per il team; abbiamo fatto uno sforzo enorme durante l'anno e gli inconvenienti tecnici hanno cercato di fermarci ma noi non abbiamo mai mollato e ci abbiamo sempre creduto chiudendo tutte le gare dove ho visto la bandiera a scacchi nella top ten (non male per un team che era alla sua prima stagione nel campionato del mondo) e nell'ultima parte della stagione siamo sempre stati costantemente a ridosso dei team ufficiali, quindi era davvero difficile chiedere di più. Ora ci rimbocchiamo le maniche perché* è arrivato il momento di preparare la stagione 2016 dove vogliamo essere di nuovo presenti e migliorare ancora. Spero che Pesaro ci possa aiutare nel nostro progetto, quindi se qualcuno vuole darci una mano per la prossima stagione che ci contatti!"

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

ORARI PIRELLI QATAR ROUND

 

Venerdì 16 Ottobre

17:30-18:45 Free Practice 1

21:00-21:45 Free Practice 2

Sabato 17 Ottobre

16:00-16:45 Free Practice 3

18:45-19:30 Qualifying

Domenica 18 Ottobre

16:45-16:30 Warm Up

19:30 Gara

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

La sfortuna ci mette lo zampino a Magny-Cours

Sul circuito di Magny-Cours in Francia è andato in scena il penultimo round del campionato del mondo della categoria Supersport. Le cose sembravano andare alla grande per Alex e il Race Department ATK#25: dopo delle ottime prove dove il pesarese è sempre stato protagonista sia in condizioni di asciutto (4ºmiglior tempo assoluto) e in condizioni di asfalto bagnato dove nella qualifica di sabato ha agguantato il 5ºmiglior tempo (prima MV Agusta in griglia) dopo essere salito nelle fasi finali del turno fino alla 3ªposizione quando mancavano meno di 3 minuti al termine. La fortuna purtroppo nelle gare a volte è una condizione necessaria poichè tutto funzioni al 100% e questa volta non è stata dalla parte del privatissimo team.  Scattato dalla 5ªcasella con gomme rain Alex ha cercato subito di spingere, riuscendo dopo poche curve a piazzarsi in 3ª posizione ed inziare una spettacolare battaglia con Mahias e Wahr. La bandiera rossa dopo pochi giri a causa di olio in pista mentre occpava la 4ªposizione faceva ben sperare Alex, che avrebbe potuto cambiare gomme, potendo montare quelle da asciutto visto che la pista stava andando asciugandosi ed era prontissimo per riprendere la battaglia. La sfortuna come anticipato era dietro l’angolo e durante il cambio gomme i meccanici si sono accorti che il filetto di una vite che sostiene una pinza freno anteriore era “spannata” e che quindi era impossibile entrare in quelle condizioni. I ragazzi hanno tentato il tutto per tutto cercando di cambiare lo stelo della forcella con uno di ricambio ma il tempo era troppo poco, così Alex non si è potuto schierare e partire per la seconda parte di gara. È davvero un peccato l’accaduto, dopo che in questo fine settimana il team ed Alex si erano dimostrati all’altezza di poter lottare con team ufficiali e contavano di poter portare a casa un ottimo risultato.

 

Alex Baldolini:”È difficile spiegare quello che provo in questi momenti il fine settimana era stato perfetto fino a questo momento, abbiamo lavorato davvero bene e i tempi sul giro erano lì a dimostrarlo. Siamo stati costanti e veloci in ogni condizione (asciutto e bagnato) e di certo non ci meritavamo questo. Ma è inutile continuare a pensarci, torniamo a casa con la consapelvolezza che il nostro lavoro sta dando i suoi frutti ed essere la prima Mv in griglia per un team privato come il nostro è stato un grande onore e il poter combattare senza timori con team con budget e risorse molto piú grandi di quelle che abbiamo noi a disposizione ci rende orgogliosi e ci carica ancora di piú per l’ultimo round della stagione in Qatar dove faremo di tutto per ripeterci e migliorare. Voglio ringraziare il team:  Alessandro, Patricio, Giorgio e Nuria che in pista danno il 100% e io non posso fare a meno che cercare di fare lo stesso e i ragazzi di Laguna Moto (Andrea e Gilberto) che a casa che ci preparano il motore. Manca solo un round, e andiamo in Qatar per prenderci quello che qua in Francia la sfortuna ci ha tolto!”

GUARDA LE FOTO

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

7ºposto a Jerez per Alex

Dopo la lunga pausa estico il mondiale World Supersport è tornato in pista a Jerez de la Frontera per disputare il terz’ultimo round della stagione.

È stato un buon fine settimana per il Race Dept. ATK#25 e Alex che tornano a casa con un 7ºposto e altri punti per la classifica mondiale.

Alex è scattato bene dalla 9ªposizione in griglia conquistata nelle qualifiche di sabato ed ha battagliato per gran parte della gara con Kyle Smith, Nico Terol e Marco Faccani che hanno concluso rispettivamente 4º,5º e 6º. Purtroppo un calo di gomme sul finale ha dovuto far rallentare il pesarese che si è dovuto “accontentare” della 7ª posizione.

 Alex Baldolini: ”Tutto sommato è stato un week end positivo, dopo la lunga pausa estiva avevo una gran voglia di risalire in moto e farlo su un circuito come quello di Jerez è stato davvero il massimo. Durante i turni siamo stati constanti e abbiamo sempre chiuso nei primi dieci (se non sempre tra i primi 8), purtroppo il peggior turno è stato quello delle qualifiche dove abbiamo faticato piú dl solito a causa del caldo che ha reso l’asfalto alquanto scivoloso. Domenica dopo aver concluso il warm up in 6ªposizione ero tranquillo e sapevo che avrei potuto fare una buona gara. Sono partito bene e per piú di metá gara ho mantneuto un buon ritmo e ho limitato il distacco dai primi a soli 6-7 secondi, gli ultimi giri purtroppo ho divuto alzare abbastanza il ritmo a causa del degrado delle gomme; ho provato a spingere ma dopo aver rischiato di cadere 3-4 volte ho deciso di rallentare un po’. Ho chiuso 7º e non è male ma vedendo il ritmo che ho mantenuto fino a metá gara mi fa arrabbiare aver perso in soli 5 giri 7-8 secondi dai primi, visto che in 14 ne avevo persi solo 7. Ci rimobocchiamo le machine perchè vogliamo migliorare ancora e contiamo di farlo a Magny Cours!”.

GUARDA LE FOTO

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

AB Official Staff Copyright © 2015. All Rights Reserved.